logo Dimora Artica




exhibitions  •  editions  •  info
                                        
                                                                        

CARRUS NAVALIS

carrus navalis dimora artica


carrus navalis dimora artica


carrus navalis dimora artica


carrus navalis dimora artica


giovanni de francesco
Giovanni De Francesco

giovanni de francesco
Giovanni De Francesco

mirko canesi
Mirko Canesi

mirko canesi
Mirko Canesi

francesco saverio costanzo
Francesco Saverio Costanzo

vincenzo simone
Vincenzo Simone

thomas berra
Thomas Berra

francesco maluta
Francesco Maluta

samuele menin
Samuele Menin

luca scarabelli
Luca Scarabelli

cesare biratoni
Cesare Biratoni

bruno marrapodi
Bruno Marrapodi

pennacchio argentato
Pennacchio Argentato

cleo fariselli
Cleo Fariselli

lucia veronesi
Lucia Veronesi

devis venturelli
Devis Venturelli

sebastiano impellizzeri
Sebastiano Impellizzeri

serena vestrucci
Serena Vestrucci



CARRUS NAVALIS
a cura di Andrea Lacarpia

Thomas Berra, Cesare Biratoni, Mirko Canesi, Francesco Saverio Costanzo, Giovanni De Francesco, Cleo Fariselli, Sebastiano Impellizzeri, Francesco Maluta, Bruno Marrapodi, Samuele Menin, Pennacchio Argentato, Luca Scarabelli, Vincenzo Simone, Devis Venturelli, Lucia Veronesi, Serena Vestrucci.

Inaugurazione sabato 13 febbraio ore 18.30

Dal 13 febbraio al 5 marzo 2016 (su appuntamento)

DIMORA ARTICA, via Matteo Maria Boiardo 11 – Milano (MM1 Turro)

In concomitanza con il Carnevale Ambrosiano, Dimora Artica ospita un progetto ispirato al Navigium Isidis, antica festa mascherata in onore della dea Iside, di origine orientale ma diffusa in tutto l'Impero Romano.
I festeggiamenti del Navigium Isidis erano contraddistinti dalla processione di un corteo mascherato che accompagnava l'immagine di Iside posta sul Carrus Navalis, nave a ruote nella quale venivano rappresentate le forze del caos precedenti alla creazione dell'universo, temporaneamente rievocate per avviare una nuova cosmogonia.
Dimora Artica diverrą un Carrus Navalis in cui le opere degli artisti e l'allestimento andranno a delineare un'ambientazione ricca di stimoli visivi, nella quale predomineranno i temi del teatro, della maschera e delle forze ctonie dell'inconscio collettivo.
Oltre alle opere, l'allestimento comprenderą fondali ed oggetti di produzione industriale tratti dalla cultura popolare, rimarcando la soppressione delle gerarchie tipica dei festeggiamenti del Navigium Isidis e mettendo in scena un immaginario in cui decade il confine tra realtą e finzione.