logo Dimora Artica




artists  • 
exhibitions  •  editions  •  info
                                        
                                                                        

MARCELLO TEDESCO
Born in 1979, Bologna, IT | Based in Bologna, IT


Marcello Tedesco
Solve et Coagula, 2016, ampolla di vetro, soluzione ferrosa, rosa del deserto salinizzata, 50 x 8 x 8 cm (foto Mattia Pajè)


BIOGRAPHY

Dopo aver intrapreso un percorso da regista, Marcello Tedesco (Bologna, 1979) ha concentrato il suo lavoro sul rapporto che intercorre fra il linguaggio della narrazione contingente e la cornice trascendente della storia. Le sue sculture si propongono infatti come elementi architettonici, legami materici e strutturali tra ciò che l’oggetto racconta di sé e la realtà astratta che esso genera, giustifica e quindi sostiene. Ha realizzato grandi opere permanenti nel Parco Naturale Adamello Brenta e a Castel Merlino (Monzuno). Alcuni suoi video sono nell’archivio della G.A.M. di Torino, al Care/of di Milano, e ad Art Hub. I suoi film sono stati proiettati in diversi cinema, festival e gallerie in Italia e all’estero.
Tra le principali mostre recenti Aufblühen alla Gelateria Sogni di Ghiaccio (Bologna) e Lamed a Surplace artspace (Varese). Ha inoltre esposto presso: PAC Padiglione d’Arte Contemporanea (Milano), Museo d’Arte Moderna Vittoria Colonna (Pescara), AV17 Gallery (Vilnius, Lituania).

After being a film director, Marcello Tedesco (Bologna, 1979) focused its work on the relationship in between the contingent narration language and the transcendental frame of history. His sculptures are like architectonical elements, structural and materialistic links in between what the object tells about itself and the abstract reality that it can generate, justify and support. He made great permanent artworks in the National Park of Adamello Brenta and Castel Merlino (Monzuno). Some of his videos are collected in the archives of G.A.M. (Turin), of Care/of in Milan and Art Hub. His movies were screened in many cinemas, festivals and galleries in Italy and abroad.
The main late exhibitions are: Aufblühen at Gelateria Sogni di Ghiaccio (Bologna) and Lamed at Surplace artspace (Varese). He also exhibited his works at: PAC Padiglione d’Arte Contemporanea (Milan), Museo d’Arte Moderna Vittoria Colonna (Pescara), AV17 Gallery (Vilnius, Lituania).



SELECTED WORKS

marcello tedesco
Aufblühen, 2017, vista della mostra a Gelateria sogni di ghiaccio (Bologna)




Le forze del fondamento, 2017, cristallo, sale, tracce di ferro, acciaio, 28 x 18,5 x 18,5 cm



marcello tedesco
Lamed, particolari della mostra a Surplace artspace (Varese)



marcello tedesco
Lamed, particolare della mostra a Surplace artspace (Varese)




Organon, 2015, pietra di salgemma, opera realizzata per Cantieri Radetzky all'Edicola Radetzky (Milano)




Grundlage, 2015, marmo nero, salgemme, 40 x 45 x 300 cm




Grundlagen, 2015, mattone, stuttura in acciaio, ampolla con soluzione ferrosa, stuttura in acciaio inox, pietra di salgemma



marcello tedesco
Matrice con 10 segni + elemento cilindrico, 2015, cemento, ruggine, 22 x 22 cm (lastra), diametro 8 cm (cilindro)




Segno, 2014, cemento, pelle di serpente




Colonne pour le petit P, 2014, cemento, asta in ferro, limone, cera, 210 x 8 x 8 cm




Candelabro genetico, 2014, ferro, cera, 160 x 5 x 2 cm




Organon, stampa a getto di inchiostro su carta cotone, 20x30 cm




Eva dei serpenti, 2016, cemento, cristallizzazioni saline




Colonna ottagonale. 2013, cemento, 440 x 55 x 55 cm, opera permanente nel Parco Naturalistico Adamello Brenta (Trento)




Colonna ottagonale (nuova matrice), 2013, cemento, cera d'api




Ottagono di carne, 2012, marmo rosa e pepita di rame, 40 x 15 x 56 cm




EXHIBITION @ DIMORA ARTICA:
2017 - Cerchio art book exhibition (group show)
2017 - Lamed (solo show)
2017 - Pathosformel (group show)
2015 - Simbolismo costruttivo (group show)

2015 - Praxis (group show)
2014 - Polarities (solo show)
2013 - Colonna Ottagonale (permanent work)
2013 - Nuova Matrice (solo show)